CHI SONO

Mauro Sigura nasce a Torino e, dopo la laurea in Filosofia, si dedica a tempo pieno alla chitarra e al bouzouki, tracciando un percorso artistico attraverso il blues, il jazz e la world music. Nella sua carriera musicale ha collaborato e si è esibito con diversi artisti tra cui: Erik Truffaz, Luca Aquino, Javier Girotto, Andrea Manzoni, Agricantus, Tonj Acquaviva, Rosie Wiederkehr, l’orchestra multietnica di Porta Palazzo e la poetessa siriana Maram Al-Masri.

Negli anni, Mauro Sigura si e’ esibito in diversi Festivals, tra cui: DIM di OSAKA, TOKYO, CALA GONONE JAZZ FESTIVAL, EUROPEAN JAZZ EXPO, SIBIU JAZZ FESTIVAL, TERMINAL MUSIC & ARTS OF SOMBOR, NISVILLE JAZZ FESTIVAL, SANTA FIORA IN MUSICA, OCTOBRE MUSICAL DE CARTHAGE, DROMOS FESTIVAL;

ha suonato, inoltre, in diversi paesi: Spagna, Italia, Romania, Norvegia, Germania, Serbia, Etiopia, Tunisia, Giappone.

Nel 2003 inizia la sua collaborazione con il gruppo Vinagro nel progetto internazionale ‘Ventu di Mari’. Per due anni tale progetto avrà come cassa di risonanza l’azione dei diversi media italiani e non solo. Nel 2004, Mauro Sigura e i Vinagro, vincono il Greenage festival, concorso per musicisti emergenti tra i più prestigiosi del Nord ovest italiano organizzato dalla Maison Musique. Nello stesso anno è finalista all’Ethnofolk contest.

Nel 2005,conclusa l’esperienza torinese, Mauro si trasferisce in Sardegna, dove entra in contatto con il folk e il jazz sardo. Nel Dicembre 2009 è finalista al Premio Andrea Parodi. Sempre nel 2009 intraprende lo studio dell’OUD, iniziando un percorso nella musica mediterranea che lo porterà nel Gennaio 2011 ad entrare nell’Orchestra Multietnica di Porta Palazzo di Torino.

Con l’Orchestra di Porta Palazzo realizzerà nel Maggio 2011 la sigla della trasmissione RADICI, in onda il mese successivo su RAI 3.

Dal 2012 al 2014,  Mauro Sigura collabora con la storica band di world music AGRICANTUS ( by Tonj Acquaviva e Rosie Wiederkehr) come musicista polistrumentista per il tuor 2012, 2013, 2014. Sempre con gli Agricantus registra le parti di bouzouki e Baglama nel disco “Kuntarimari”.

Nel 2013 Mauro Sigura inizia a lavorare con Gianfranco Fedele, Alessandro Cau e Tancredi Emmi al progetto MAURO SIGURA Quartet, un progetto finalizzato a tracciare una linea musicale immaginaria capace di unire le sonorità Mediterranee e i ritmi africani con le atmosfere sonore del Nord Europa.

Nel 2016 esce il primo disco del Mauro Sigura Quartet: “The colour identity”, pubblicato da S’ARD-EGEA.

Nel Giugno 2017, l’album “The colour identity”, del Mauro Sigura Quartet, vince il premio Discografico Mario Cervo come miglior disco realizzato in Sardegna nel 2016.